13.
Januar
2021

Promuovere le competenze di vita con «Forti per la vita»

A scuola bambine, bambini e giovani acquisiscono importanti saperi. Ma allenano anche le loro competenze sociali e sviluppano la loro personalità. Per promuovere in modo mirato le competenze di vita in allieve e allievi delle scuole, «Scuola in movimento» ha elaborato, in collaborazione con «cool and clean», la raccolta di esercizi «Forti per la vita».

Non si deve imparare solo per la scuola, ma per la vita*. Sono passati 1900 anni da quando Seneca ha espresso questo concetto, citato ancora oggi... e a ragione. Vincere, perdere, perseguire obiettivi, saper lavorare in gruppo: la scuola è un campo da gioco su cui sviluppare competenze per la vita.

La raccolta di esercizi «Forti per la vita» si rivolge a insegnanti, allieve e allievi, ed è stata elaborata dai programmi di Swiss Olympic dedicati alla promozione dell’attività fisica, «Scuola in movimento», e della prevenzione, «cool and clean». Tutti gli esercizi della raccolta promuovono in modo mirato le competenze di allieve e allievi e possono essere svolti tanto in aula quanto in palestra o nel cortile della ricreazione.

Raccolta di esercizi «Forti per la vita»

Assumere per una volta la direzione di gara, o attraversare come un ragno un intrico di corde senza toccarle? I 13 esercizi del nostro nuovo set aiutano bambine, bambini e giovani a percepire se stessi e i propri sentimenti, ad affrontare i problemi in modo creativo, a gestire lo stress e a prendere buone decisioni. In questo modo, allieve e allievi delle scuole vengono resi più forti per la vita attraverso il gioco.

10 cose che rendono felici

Di cosa ha bisogno una persona per essere felice e sana? Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, OMS, si tratta di dieci ben precise competenze di vita e di salute. Allenare queste competenze ha mostrato chiaramente di avere un impatto positivo su bambine, bambini e giovani. 


* Seneca era un filosofo e scrittore dell'antica Roma. La sua parole esatte furono: "Non impariamo per la vita, ma per la scuola" e così ha criticato il sistema scolastico del suo tempo come lontano dalla vita.